Massimo Zaggia,
Tra Mantova e la Sicilia nel Cinquecento. vol. I, La Sicilia sotto Ferrante Gonzaga; vol. II, La Congregazione benedettina cassinese nel Cinquecento; vol. III, Tra Polirone e la Sicilia. Benedetto Fontanini, Giorgio Siculo, Teofilo Folengo. Indici,
Firenze, Leo S. Olschki, 2003 ("Biblioteca Mantovana", n. 2), 3 tomi, pp. x-1206 complessive, € 98,00.

 

La ponderosa pubblicazione in tre volumi di Massimo Zaggia è frutto di molti anni di lavoro di carattere interdisciplinare, abbondantemente sostenuto dalla ricerca archivistica. I vari percorsi che vengono seguiti nel testo hanno tre punti di riferimento fissi: Mantova (e la corte gonzaghesca), San Benedetto Po (e la potente abbazia benedettina) e, ovviamente, la Sicilia. Nonostante la concezione chiaramente unitaria, i tre volumi hanno una relativa autonomia nei contenuti, dal momento che il primo è interamente dedicato alla Sicilia durante il periodo di viceregno di Ferrante Gonzaga (1535-1546). Il secondo volume è dedicato alla Congregazione benedettina Cassinese, il cui cuore era il monastero di San Benedetto Po. Il terzo è dedicato alla presenza della Congregazione Cassinese in Sicilia e ai soggiorni nell'isola di alcuni suoi importanti esponenti.

Entrando più nello specifico, il primo volume delinea la situazione della Sicilia nel momento della trasformazione del suo ruolo politico nel corso del Cinquecento, quando l'isola acquista a tutti gli effetti una identità regionale italiana; e in questo processo, un momento cruciale è proprio il viceregno di Ferrante Gonzaga. L'analisi della situazione siciliana, tuttavia, non si limita al 1535-1546, ma abbraccia un periodo più ampio, che va dal principio del secolo, fino al 1560 circa. L'esame si svolge secondo una linea assolutamente multidisciplinare, così come avviene in tutta l'opera, utilizzando un ampio ventaglio di fonti, dai documenti ai testi a stampa, che, soprattutto, consente di riconoscere alla produzione culturale siciliana un ruolo di tutto rispetto nel panorama italiano. La presenza di Ferrante Gonzaga determinerà in questi anni il progressivo avvicinamento tra il mantovano e l'isola, un avvicinamento che permette di comprendere come le presenze mantovane siano molto attive in Sicilia nel corso del secolo, sia dal punto di vista religioso, che anche politico, nel più ampio panorama dell'Europa di Carlo V.

Il secondo tomo affronta le vicende della congregazione benedettina Cassinese nell'ambito del travaglio religioso cinquecentesco, presentando i personaggi (spesso in odore di eresia), i testi e le vicissitudini che interessarono la Congregazione, il cui centro era proprio il monastero di San Benedetto Po. Nel terzo volume, infine, si estendono e si approfondiscono le problematiche di storia religiosa, seguendo le fasi dell'insediamento della Congregazione Cassinese in Sicilia, affrontando le personalità di Benedetto Fontanini, Giorgio Siculo e Teofilo Folengo, e il loro ruolo nell'ambito del dibattito religioso cinquecentesco.

Un'ultima importante notazione: la vasta quantità di materiale prodotto da Zaggia in questa monumentale opera, fondamentale per comprendere molti nodi critici della storia politica e religiosa dell'Italia (e non solo di Mantova o della Sicilia) cinquecentesca, viene gestita dal lettore con buona facilità, grazie agli eccellenti indici analitici consultabili al termine del terzo volume.

Leandro Ventura
(22 ago 2004)


Indice dei volumi

Premessa

Parte I
La Sicilia sotto Ferrante Gonzaga

Capitolo I
La Sicilia nel primo Cinquecento: società e cultura

Capitolo II
Aspetti della vita religiosa in Sicilia fra Quattro e Cinquecento

Capitolo III
Il viaggio trionfale di Carlo V attraverso la Sicilia nel 1535 e la letteratura encomiastica coeva

Capitolo IV
Excursus. La primavera romana del 1536: Carlo V e Paolo III, gli opuscoli celebrativi e pasquineschi, e le istanze di riforma religiosa

Capitolo V
La Sicilia sotto Ferrante Gonzaga dal 1535 al 1546: le vicende storiche di un viceregno imperiale al centro del Mediterraneo

Capitolo VI
La ripresa culturale della Sicilia durante il viceregno di Ferrante Gonzaga

Capitolo VII
La vita religiosa in Sicilia durante il viceregno di Ferrante Gonzaga

Capitolo VIII
Prospezioni oltre la metà del Cinquecento: Fazello e Maurolico

Capitolo IX
La Sicilia fuori dell'isola: dall'immagine esotica e meravigliosa dell'età medievale all'inclusione entro la "Descrittione di tutta Italia" di Leandro Alberti (1561)

 


Parte II
La Congregazione benedettina Cassinese nel Cinquecento

Capitolo I
L'espansione cinquecentesca della Congregazione benedettina Cassinese, fino al 1568

Capitolo II
Cultura e vita religiosa nella Congregazione Cassinese durante il Cinquecento


Parte III
Tra Polirone e la Sicilia. Benedetto Fontanini, Giorgio Siculo

Capitolo I
La Congregazione Cassinese in Sicilia nella prima metà del Cinquecento

Capitolo II
Benedetto Fontanini da Mantova e il suo soggiorno in Sicilia

Capitolo III
Giorgio Siculo dalla Sicilia a Polirone: l'uscita dalla Congregazione, la condanna per eresia, il suo séguito


Parte IV
Teofilo Folengo e il suo soggiorno in Sicilia

Capitolo I
Formazione del monaco e del letterato

Capitolo II
Posizione della Cipadense

Capitolo III
Teofilo Folengo monaco e letterato isolato fiancheggiatore dell'evangelismo: spunti e testi per una linea

Capitolo IV
Teofilo Folengo e il suo soggiorno in Sicilia: percorso bibliografico

Capitolo V
Cronologia dell'ultimo tratto della biografia folenghiana

Capitolo VI
Nuovi dcumenti sul soggiorno di Teofilo Folengo in Sicilia

Capitolo VII
La "Palermitana"

Capitolo VIII
L'"Atto della Pinta": esegesi delle fonti

Capitolo IX
Altri scritti del periodo siciliano


Parte V
Per un 'Monasticon Siciliae': apparati documentari sulla storia delle abbazie cassinesi in Sicilia nella prima metà del Cinquecento

Capitolo I
Fonti e bibliogarafia di base

Capitolo II
La Congregazione Sicula Novella: le cariche dal 1483 al 1505

Capitolo III
I professi nelle abbazie siciliane unite alla Congregazione Cassinese dal 1506 al 1550

Capitolo IV
Gli abati delle abbazie siciliane unite alla Congregazione Cassinese dal 1506 al 1550

Capitolo V
L'amministrazione di un'abbazia cassinese nella prima metà del Cinquecento: i libri mastri e i giornali contabili di San Martino delle Scale dal 1506 al 1550

Capitolo VI
I possedimenti dell'abbazia di San Martino delle Scale nel territorio di Borgetto: i monasteri di San Benedetto e di Santa Maria delle Ciambre


Indici
Indice dei nomi di persona e di luogo, e dei temi notevoli
Index monasticus
Indice dei manoscritti e dei documenti d'archivio
Indice delle cinquecentine


visita il sito web dell'editore