Alfredo Serrai,
Bernardino Baldi. La vita, le opere. La biblioteca,
Milano, Edizioni Sylvestre Bonnard, 2002 ("Biblioteche private"), pp. 784, € 58,00

 

Bernardino Baldi fu un singolare intellettuale del secondo Cinquecento, abate di Guastalla, in contatto assiduo con principi e uomini di lettere, che alternò i suoi interessi tra produzione letteraria ed erudizione scientifica e letteraria, quest'ultima da suddividere ulteriormente in vari campi, da quello linguistico, a quello storiografico, a quello, per noi più interessante, artistico-architettonico. La poliedrica attività di Baldi riceve oggi un importante contributo di aggiornamento e approfondimento delle nostre conoscenze, con la pubblicazione di questo volume di Alfredo Serrai.

Il testo, dopo un'ampia introduzione biografica, propone le trascrizioni di una serie di documenti quali il testamento di Baldi, la sua orazione funebre composta da Marcantonio Vergili Battoferri, la biografia di Baldi a opera di Fabrizio Scarloncini, insieme ad alcuni testi dello stesso Baldi, dal Genio, a L'artiglieria, dalla Comparatione de lo stato monastico e secolare agli Epigrammi.

A questa prima corposa sezione, segue una seconda parte, la più interessante del libro, nella quale viene trascritto l'inventario della biblioteca di Bernardino Baldi, conservato manoscritto presso la Biblioteca Casanatense di Roma (ms. 4060). L'elenco, ricco di 2159 titoli, si presenta, più che come un catalogo sistematico e ordinato, come uno strumento di lavoro, probabilmente un taccuino che doveva aiutare la memoria di Baldi, per dargli immediate informazioni sul possesso di un particolare testo o di una specifica edizione, da utilizzare agilmente nella bottega di un libraio. Da questo elenco emerge un panorama assai complesso e poliedrico degli interessi di Baldi, sia nel campo disciplinare dei volumi sia per quel che riguarda le lingue, dal momento che vi troviamo testi in italiano, latino e greco, ma anche tedesco, francese, arabo, boemo e in lingua "schiavona".

Dalla biblioteca di Baldi emerge quindi la ricchezza degli interessi del letterato: nell'elenco dei libri troviamo assai ben rappresentati i poeti classici e italiani (alcuni dei quali ignoti ai repertori disponibili e alle storie della letteratura italiana), i filosofi antichi e contemporanei, testi di matematica e teoria architettonica, opere storiche, geografiche, giuridiche ma anche di medicina, botanica, così come testi utili in campo "professionale" a fini liturgici. L'esame dell'elenco, inoltre, mostra quanto siano stretti i legami tra la biblioteca e la produzione letteraria di Baldi, dal momento che i testi della biblioteca sono vivi e vitali all'interno degli scritti dell'abate. Un'ultima osservazione va fatta in relazione alla provenienza dei testi, sia perché gli editori sono sparsi in tutta Europa, sia perché Baldi possiede anche degli incunaboli. L'analisi di questi dati potrebbe perciò aprire importanti spiragli di conoscenza nel campo del mercato librario tra tardo Cinquecento e primo Seicento.

Va infine segnalata la qualità degli indici analitici che completano ogni sezione e che consentono molteplici vie di accesso al corposo materiale documentario raccolto nel volume.

Marco Parboni
(13 mag 2004)


Indice del volume

Gratulatoria

Nota preliminare

Bernardino Baldi. La vita e le opere
    Appendice I, Testamento di B. Baldi
    Appendice II, Oratione funebre di Marcantonio Vergili Battiferri
    Appendice III, De vita et scriptis B. Baldi di F. Scarloncini
    Appendice IV, Il Genio di B. Baldi
    Appendice V, L'Artiglieria di B. Baldi
    Appendice VI, Comparatione dello stato Monastico e Secolare di B. Baldi
    Appendice VII Epigrammi di B. Baldi

Indici
    Indice dei nomi
    Indice delle opere di B. Baldi

Bernardino Baldi. La biblioteca
    Elenchus librorum
    Catalogo. Trascrizione del codice casanatense

Indici del catalogo
    Indice per autori
    Indice per titoli anonimi
    Schema classificato


Visita lo spazio web dell'editore