Luisa Capodieci

 

Luisa Capodieci si è laureata e specializzata in Storia dell’arte presso Università di Roma La Sapienza. Ha dedicato la sua attività di ricerca alle immagini mitologiche del XVI e del XIX secolo.

I suoi interessi relativi al XIX secolo riguardano principalmente le reminiscenze dell’arte del ‘400 e ‘500 italiano nell’opera di Gustave Moreau. Su questo argomento ha pubblicato numerosi saggi in riviste specializzate e partecipato alle esposizioni Gustave Moreau e l’Italia (Roma, Villa Medici 1996-1997), Gustave Moreau. 1826-1858 (Parigi, Grand Palais, 1998). Coautrice del volume Gustave Moreau. Les aquarelles, (Parigi, RMN/Somogy, 1998) ha inoltre curato l’edizione critica della ‘corrispondenza italiana’ dell’artista francese (Somogy).

Le sue ricerche concernenti il XVI secolo vertono, da un lato, sulle immagini astrologiche in ambito mantovano (su cui ha pubblicato alcuni studi) e, dall’altro, sui rapporti fra arte e umanesimo magico alla corte di Caterina de’ Medici, tema sul quale sta ultimando la sua tesi di dottorato (Università Panthéon-Sorbonne).

Fa parte del Centre d’Histoire de l’Art de la Renaissance (Università Panthéon-Sorbonne) diretto da Philippe Morel.