Poveri Veneziani

 

L'Archivio di Stato di Venezia propone, fino al 31 ottobre, unaq mostra dal titolo Povere storie... storie di fame, dedicata al tema della povertà nella Serenissima. L'esposizione propone un percorso lungo quanto la storia di Venezia, in cui per tappe documentali viene proposto ciò che la Serenissima faceva per controllare e arginare la povertà e la fame della popolazione. Sono documenti importanti, che testimoniano un'attenzione dovuta, perché la ricchezza di una città era determinante per i flussi di persone e quindi per l'aumento della domanda di merci, a cominciare dal cibo. Sulla fame si creavano ricchezze ed emergevano nuovi ceti, ma si giocava anche la sicurezza interna ed esterna di una città.

Lungo il percorso espositivo si trova il documento più antico in materia di approvvigionamento alimentare: lo Statuto del Doge Sebastiano Zorzi datato 1173. La rassegna propone, diviso per sezioni, materiale che tratta del "Morire di fame", del "Flagello di Dio", del "Prodotto dell'uomo", de "La guerra e l'assedio", con riferimenti ai conflitti dal Risorgimento fino al periodo post secondo conflitto mondiale, per toccare il momento degli aiuti internazionali quando Venezia, nel 1966, fu vittima dell'alluvione.

Red.
(23 ott 2003)