Un ritratto tizianesco da Pietro Scarpa a Venezia

 

 

PotrÓ sembrare sigolare segnalare la presenza del ritratto tizianesco di Giovan Paolo da Ponte nello splendido negozio veneziano di Pietro Scarpa, a circa tre anni dalla riscoperta, ma la notizia Ŕ passata quasi inosservata agli studi e perci˛ si rende opportuno rinnovarne la segnalazione.

Sul dipinto, documentato al 1534, gli Scarpa hanno approntato un opuscolo ricco di informazioni, del quale qui si trascrive il testo; e al quadro ha rivolto la sua attenzione anche Augusto Gentili con un intervento sull'"UnitÓ".

Si auspica che queste pagine riescano rinnovare l'attenzione sul dipinto, consentendo di diffonderne ulteriormente la conoscenza nel mondo degli studi tizianeschi.