Ancora sui beni culturali iracheni

 

L'Italia ha avuto un compito importante nel piano complessivo di intervento postbellico compiuto dagli Stati Uniti in Iraq. Evidentemente riconoscendo l'esperienza nel settore specifico, sarà affidato a un diplomatico italiano il ruolo di direttore del Dipartimento dei Beni Culturali dell'Ufficio per la Ricostruzione e gli Aiuti Umanitari (ORHA), un istituto del tutto dipendente dal Pentagono!

Chiamato a questo compito è il ministro plenipotenziario Piero Cordone, che sarà affiancato dal prof. Giuseppe Proietti,   Direttore Generale per i beni archeologici del Ministero dei Beni e le Attività Culturali, in qualità di Senior Advisor. Proietti aveva già visitato Baghdad su incarico del ministro Urbani, per seguire le iniziative internazionali intraprese per il recupero dei beni culturali iracheni.

Red.
(15 mag 2003)