Opere venete in asta a febbraio

 

Decisamente di qualità non eccelsa sono le opere venete che andranno in asta questo mese, tutte da Christie's a Londra (South Kensington), il 21 febbraio.

Il lotto 138 è assegnato ad un Cristo portacroce (di cui non è disponibile l'immagine) di seguace di Giovanni Bellini, un olio su tavola di cm 35,5x29,2, valutato tra 2000 e 3000 sterline.

Il lotto 210 è una replica un po' legnosa del ritratto tizianesco di Alfonso I d'Este con un braccio su un pezzo di artiglieria. È un olio su tela di cm 120x94,6, presentato in asta con una valutazione compresa tra 1200 e 1800 sterline.

Al lotto 213A troviamo un altro dipinto di cui non abbiamo l'immagine. Si tratta di un Cristo sulla via del Calvario, un olio su tavola (cm 56x43) valutato tra 800 e 1200 sterline e attribuito a un seguace di Tiziano, forse una redazione di un Cristo portacroce noto in più esemplari pressoché autografi (Madrid, Prado, San Pietroburgo, Ermitage).

Ancora più bassa è la base d'asta (500-800 sterline) di una Sacra famiglia attribuita ancora a un seguace di Tiziano. L'opera è un olio su tela di cm 33x42,5, contrassegnata dal n. di lotto 214A, di cui non è disponibile la fotografia.

Di maggiore qualità è il lotto n. 218, un ritratto femminile ispirato al dipinto degli Uffizi di Sebastiano del Piombo. Si tratta di un olio su tavola di discreta qualità, valutato 1000-1500 sterline, che dell'originale riprende anche le dimensioni poiché misura cm 65,3x53,3.

Non è disponibile l'immagine del Putto in un paesaggio assegnato a un seguace di Tiziano (lotto n. 219), un olio su tela di cm 33x24,5 valutato 600-800 sterline.

Di scarsa qualità è poi anche la Madonna con Bambino, san Giovannino e santa Caterina, pesantemente e pessimamente ritoccata, specialmente nel volto della Vergine. Si tratta di una replica del dipinto di Tiziano oggi conservato alla National Gallery di Londra. L'opera in vendita da Christie's (lotto n. 232) è di poco più piccola dell'originale ed è un olio su tela che misura cm 98,2x129,9, presentato con una base d'asta compresa tra 1200 e 1800 sterline.

In questa serie di dipinti poco attraenti, appena più intrigante risulta solo la Salita al Calvario (lotto n. 229) attribuita a un seguace di Tintoretto, un olio su tela di cm 49,5x61,5, valutato 1200-1800 sterline.

 

(LeV)
20 feb 2002