Il futuro delle ville venete

 

Il prossimo 19 marzo, nella palladiana villa Caldogno sarà inaugurata la mostra Il futuro delle ville venete. La restituzione del patrimonio nell’ambito della tutela dei monumenti e del paesaggio. La mostra, organizzata dalle soprintendenze competenti per il territorio del Veneto, dall'Istituto Regionale per le Ville Venete e dal Comune di Caldogno, rimarrà aperta fino al 3 luglio 2005.

L'esposizione si colloca non a caso nello stesso periodo della mostra Andrea Palladio e la Villa veneta da Petrarca a Carlo Scarpa, organizzata a Vicenza dal Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio, dal momento che si intende documentare l'opera di censimento, tutela, restauro e valorizzazione delle ville diffuse nel territorio. Si tratta di un’impresa realizzata, grazie all'azione degli uffici periferici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dell’Istituto Regionale per le Ville Venete, e grazie al coinvolgimento delle amministrazioni locali. Attraverso immagini, testimonianze e video, si presenta l’azione di restituzione condotta a partire dal dopoguerra fino ai giorni nostri, così da rendere accessibili le azioni di salvaguardia in forma leggibile e apprezzabile dal pubblico.

Red.
(12 mar 2005)


Per informazioni: tel. 0444-901529, e-mail cultura@comune.caldogno.vi.it.